SAN NICANDRO, CENSIMENTO PERMANENTE POPOLAZIONE E ABITAZIONI

0
357

A partire da ottobre 2021 preso il via il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. A differenza dei censimenti del passato, che venivano svolti con cadenza decennale, i censimenti permanenti vengono effettuati annualmente e non coinvolgono più tutti i cittadini, ma di volta in volta una parte di essi, ovvero dei campioni rappresentativi.

Anche il comune di San Nicandro Garganico è stato interessato e, grazie all’integrazione dei dati raccolti dal Censimento – attraverso due diverse rilevazioni campionarie denominate “da Lista” e “Areale” – con quelli provenienti dalle fonti amministrative, l’Istat ora sarà in grado di restituire informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione, ma anche di garantire un forte contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.

La rilevazione è terminata il 23 dicembre scorso e il comune ha già provveduto all’invio di tutta la documentazione richiesta. Nella prossima primavera si avrà effettiva contezza dei dati reali che, relativamente alla città di San Nicandro Garganico, l’Istat, al 1° gennaio 2021, segnalava i seguenti dati: totale popolazione 14132, maschi 6754, femmine 7378.

Questi dati interesseranno soprattutto alla politica locale cambiano le norme sulle modalità di voto in quanto l’elezione dei consiglieri comunali si effettua con sistema maggioritario contestualmente alla elezione del sindaco.

Ciascuna candidatura alla carica di sindaco è collegata ad una lista di candidati alla carica di consigliere comunale, comprendente un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere.

Nella scheda è già indicato, a fianco del contrassegno, il candidato alla carica di sindaco. Viene proclamato eletto sindaco il candidato alla carica che ottiene il maggior numero di voti. Alla lista collegata al candidato alla carica di sindaco che ha riportato il maggior numero di voti sono attribuiti due terzi dei seggi assegnati al consiglio. I restanti seggi sono ripartiti proporzionalmente fra le altre liste.

Insomma una vera e propria rivoluzione e semplificazione di tutte le operazioni elettorali con il vantaggio di dare il voto su un foglio prestampato in cui sono indicati già i nomi dei candidati, i loro partiti ed altri eventuali riferimenti utili per la votazione.

GPM