PROGETTO “PARLAMENTO DELLA LEGALITA’”, LA SANNICANDRESE LINDA D’AMARO AMBASCIATRICE ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

0
472

Con il progetto “Parlamento della legalità” dell’ISS “Federico II” di Apricena, Linda D’Amaro, nel suo ruolo di ambasciatrice, insieme a docenti e studenti è intervenuto alla Camera dei Deputati alla presenza dei parlamentari dell’Aula.

Il discorso di Linda ha voluto evidenziare l’obiettivo di far mettere radici profonde e durature alla cultura delle regole. Partendo dalle nuove generazioni: un modo per guardare al futuro, per costruire il futuro. Il tema della legalità, infatti, è assolutamente centrale per le sfide che siamo chiamati a combattere, a cominciare dalla lotta per una società più giusta e democratica, in cui tutti i cittadini siano uguali di fronte allo stesso sistema di diritti e doveri.

Questo un estratto del suo discorso che è stato unanimemente condiviso da tutti i partecipanti alla iniziativa culturale:

“Come mai abbiamo scelto il valore dell’altruismo? Basta poco per fare la differenza: quei piccoli gesti che, aiutando chi ha bisogno, diventano immensi. Le buone azioni, soprattutto quelle involontarie e spontanee, hanno un impatto molto positivo nella nostra vita e permettono di stabilire relazioni nuove. Ecco perché noi, con questo progetto, vogliamo soffermarci su questo valore inestimabile. Cerchiamo di fare del bene anche per aiutare noi stessi.

Il Presidente, Nicola Mannino, ha definito i giovani “sentinelle di un’alba nuova” perché essi sono il futuro, sono coloro che si attiveranno per vivere in un contesto che si basi sui valori della legalità, della giustizia e della solidarietà.

Riprendendo le parole di Mannino, Il progetto ha come obiettivo “Potenziare le qualità naturali dei giovani per farli divenire artefici e protagonisti di un mondo nuovo, per rendere a colori la vita di chi vive nell’abbandono e nella solitudine”.

Avere il coraggio di essere al servizio della collettività è il messaggio che oggi dobbiamo trasmettere a noi giovani.

Il nostro obiettivo è migliorare, seppur di poco, la realtà in cui viviamo. Non può esserci libertà senza legalità”.