“OMAGGIO A PADRE PIO”, GRUPPI FOLKLORISTICI DA TUTTA ITALIA

0
131

Arriveranno gruppi folkloristici da tutta Italia oltre agli ospiti d’onore come Eugenio Bennato e Silvia Mezzanotte. C’è grande attesa nella città di padre Pio per l’evento “Omaggio a Padre Pio” che si svolgerà da oggi fino a domenica e organizzato dal presidente della Fitp Federazione Italiana Tradizioni Popolari presieduta dal garganico Benito Ripoli. La città di San Giovanni Rotondo sarà invasa da tantissimi gruppi folkloristici provenienti da tutta la Penisola. Uno spettacolo unico per grandi e piccini che porterà musica ed allegria in tutta la città. Saranno migliaia infatti i partecipanti, che sfileranno per le vie principali della città intonando varie canzoni popolari della loro terra ed ognuno di loro canterà una canzone dedicata a Padre Pio. Tutte le manifestazioni e i concerti sono ad ingresso gratuito. Si parte oggi: presso l’Auditoriu Elpis il concerto alle ore 19,30 dell’Orchestra Sinfonica del Levante di Bari, poi alle ore 21 il concerto di Eugenio Bennato. Sabato19 novembre alle ore 17 in Piazza del Municipio con la presenza dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Crisetti, il raduno dei gruppi per la fiaccolata, poi “Un canto per Padre Pio” dalle ore 19,30 con canti e balli dei vari gruppi che durante il percorso, in apposite postazioni, ogni di essi eseguirà preghiere, musiche e canti religiosi. All’arrivo al Santuario, ogni città presente al pellegrinaggio con il gruppo, renderà omaggio alla tomba del Santo Fraticello di Pietrelcina, con il rappresentante istituzionale della propria città.

Domenica 20 ale ore 10 la Santa messa presso il Santuario di Santa Maria delle Grazie, poi alle 12 presso il Pronao di casa Sollievo lo spettacolo per gli ammalati. Sempre domenica 20 alle ore 19 l’esibizione dei gruppi e alle ore 20 il concerto di Silvia Mezzanotte. Musica sacra, ma anche tradizioni popolari e folklore nell’omaggio a Padre Pio che animerà San Giovanni Rotondo. Quasi mille musicisti e danzatori, in rappresentanza di circa cinquanta tra gruppi folklorici e bande, giungeranno da tutta Italia per rendere omaggio alle spoglie del “frate con le stimmate”. E il Gargano ancora una volta diventa palcoscenico di un evento culturale di grosso spessore con la rassegna dedicata ai canti sacri e ai vari appuntamenti previsti dal ricco programma della manifestazione. “Diciamo che la nostra terra è vocata a questo genere di attività – commenta Benito Ripoli, presidente nazionale della Fitp e vincitore dell’Oscar mondiale del folklore assegnato a Belgrado, in Serbia -. Ogni paese del Gargano emana suoni e melodie di un passato che chiede a gran voce di non essere dimenticato e cancellato dalla nostra superficialità”

Antonio Villani