L’ESTATE “ZERO” DEL GARGANO: MOVIDA SENZA INCIDENTI, ZERO FOCOLAI, PIU’ EVENTI

0
153

Zero focolai-covid, zero incidenti su spiagge e strutture, una movida e spazi relax assolutamente pacifici e gioiosi all’interno e all’esterno di villaggi vacanze, camping e agriturismi, un ottimo livello di riempimento delle strutture già da giugno, l’incremento del 30% di escursioni ed eventi offerti dalle strutture. “Con agosto ormai al tramonto”, ha spiegato Bruno Zangardi, presidente del consorzio degli operatori turistici Gargano Ok, “possiamo tracciare con grande soddisfazione un primo bilancio della stagione turistica 2022-2023”.

Il dato sulla sicurezza anti-Covid non era scontato. In luglio, l’allarme di istituzioni e media si era fatto incalzante. “Abbiamo superato anche questo”, ha commentato Zangardi, “e quanti si sono recati in vacanza sul Gargano hanno constatato personalmente la bontà e puntualità di tutte le misure preventive adottate all’interno delle strutture”.

Altissimo anche il livello di sicurezza in spiagge e strutture, dove non si sono verificati incidenti di sorta. Inoltre, a differenza di quanto avvenuto in altre zone, sul Gargano la movida non è stata sinonimo di risse e di altri episodi spiacevoli. La ‘movida’, dunque, non ha creato problemi, anche grazie alla peculiarità principale delle località garganiche, quella di poter contare sul maggior numero in tutto il Sud di strutture dedicate e organizzate come villaggi vacanze, camping, resort e agriturismi, all’interno delle quali divertimento e relax sono organizzati al meglio, modulando l’offerta secondo orari e spazi ben definiti.

“Questo è davvero un gran vantaggio, frutto di programmazioni e investimenti che ormai da più di 30 anni ci vedono tra i territori meglio organizzati d’Italia e non solo”, ha aggiunto Zangardi.

A fare la differenza, quest’anno, è stata anche una crescita qualitativa e quantitativa di escursioni ed eventi organizzati dalle strutture.

“Gli operatori turistici del Gargano hanno contribuito, inoltre, a promuovere all’interno delle loro strutture anche gli eventi culturali, i concerti e più in generale le tante manifestazioni che si sono svolte nei borghi dell’area”.

E L’ESTATE NON E’ FINITA. I weekend di maggio, i primi pienoni di giugno e poi, ancora, i mesi di luglio e agosto hanno registrato numeri di assoluto rilievo. “E l’estate non è ancora finita”, ha dichiarato Bruno Zangardi. “Molte persone e tante famiglie hanno programmato le loro vacanze in settembre. Le prossime, dunque, saranno settimane in cui il Gargano potrà ulteriormente consolidare la propria leadership per quanto riguarda il turismo in Puglia”.

L’UNIONE FA LA FORZA. “L’anno prossimo, entreremo nel quindicesimo anno di attività del nostro consorzio che unisce gli operatori turistici di tutte le località del Gargano”, ha ricordato Zangardi. “L’unione ha premiato i nostri sforzi, siamo cresciuti, abbiamo messo insieme e fatto collaborare attivamente realtà importanti del comparto turistico operanti a Vieste, Peschici, Rodi Garganico, Mattinata, San Menaio, Lido del Sole, Torre Mileto, Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo e Vico del Gargano, con una selezione che mette al primo posto la qualità dei servizi e rappresenta uno stimolo continuo a migliorare i livelli di accoglienza di anno in anno. Crediamo che sia questa la strada per rafforzare ulteriormente il comparto e fare in modo che il turismo sia motore di sviluppo anche per gli altri settori”.