INTERVENTI SS16, SS89 E SSV DEL GARGANO. FARO: “CHI SEMINA BENE RACCOGLIE BUONI FRUTTI”

0
472

«Purtroppo da molti anni la situazione delle strade in provincia di Foggia è fortemente tragica, questo vale per tutto il territorio. L’incuria, la cattiva gestione e il poco interessamento da parte della vecchia politica sono alla base dei motivi per cui molti tratti stradali sono abbandonati con grave danno per l’economia, molti altri sembravano essere solo progetti utopici.  Finalmente, oggi, dopo tante iniziative, che come Movimento 5 stelle abbiamo intrapreso per invertire la rotta, arrivano i primi e tangibili risultati. Chi semina bene raccoglie buoni frutti»

Dichiara la deputata del MoVimento 5 stelle Marialuisa Faro in merito agli interventi di adeguamento del tratto della SS16 Adriatica , tra San Severo e Foggia, il recupero funzionale della tangenziale Ovest di Foggia e l’intervento di potenziamento dell’attuale tracciato, e in parte del nuovo tracciato, della SS89 Garganica e della SSV693 del Gargano.

«La costante interlocuzione con Anas,la disponibilità del Governo, i vari incontri istituzionali, hanno finalmente permesso quello che sembrava impossibile, oggi abbiamo la possibilità concreta di realizzare tre interventi importanti e strategici per la Provincia di Foggia, in particolare la SS16, estremamente pericolosa, e la SS89 Garganica e la SSV693 del Gargano. Obiettivo degli interventi è quello di innalzare il livello di sicurezza della circolazione veicolare mediante il miglioramento delle viabilità– aggiunge l’on. Faro. Si prevede di concludere la redazione del progetto definitivo entro i primi mesi del 2021, seguirà la verifica del progetto a cura del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e successivamente sarà attivata la Conferenza di Servizi decisoria, per l’approvazione da parte di tutti gli enti interessati, è questo il crono programma con riferimento alla SS16. Mentre per La SSV del Gargano, per intenderci la 693, con  il decreto del Presidente del Consiglio si prevede l’individuazione delle grandi opere importanti da realizzare per procedere all’assegnazione di un commissario che ne segua l’iter di realizzazione. Un passo importantissimo perché finalmente si legge, nero su bianco, che la progettazione della SS693 avrà inizio. Nel decreto si legge: “Parte B: l’intervento in un primo tratto prevede un tracciato in nuova sede che parta dall’intersezione tra la SS688 e la SP53 e si ricongiunga alla SS89 intorno al Km 110, vale a dire al termine del tratto pedemontano più tortuoso; da questo punto in poi è ipotizzabile un adeguamento pressoché in sede, con varianti localizzate, della statale attuale. Il secondo tratto consiste nell’adeguamento della SS89 da Vieste a Mandrione, ed un successivo tratto di nuova realizzazione fino alla SS693”, che riprende interamente l’ipotesi di studio condotta da ANAS. Come già fatto nel corso di questi anni il nostro obiettivo è quello di aprire ai vari interlocutori istituzionali, e ai vari portatori di interesse. Siamo certi che questa opportunità, che siamo riusciti a costruire con il lavoro e la tenacia costante, sia l’esempio più lampante di cosa significa una politica concentrata sulla visione strategica dello sviluppo del territorio». Conclude la parlamentare del M5s.