IMPIANTO ILLUMINAZIONE SAN NICANDRO, L’IMPRESA GIAGNORIO FORMALIZZA REGOLARE DENUNCIA

0
673

Il direttore tecnico Giagnorio Luca della Giagnorio srl, ditta sannicandrese di costruzioni, restauri e impiantistica, formalizza denuncia alla Procura della Repubblica di Foggia, al Prefetto di Foggia, a discapito dell’ufficio lavori pubblici del comune di San Nicandro Garganico.

Abbiamo aspettato quattro mesi, abbiamo sollecitato tre volte, dopo aver avanzato regolare richiesta di accesso agli atti per la scelta del progetto promotore per l’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione di San Nicandro Garganico.

Ci è stato negato di visionare e verificare tutta la documentazione prodotta dalla società con sede a Potenza e Milano, a verificare sé tutti i requisiti prodotti, richiesti nella scelta del progetto migliore corrispondessero a verità.

Anche noi, insieme ad un’equipe sannicandrese nel gennaio 2019, su richiesta dell’attuale amministrazione comunale abbiamo protocollato una proposta progettuale per la messa a norma dell’impianto e la posa di led su tutto il territorio comunale, una volta protocollato, il silenzio assoluto, senza essere più considerati, poi un susseguirsi di altre aziende extra regionali, invitate da qualche consigliere a proporre i loro progetti, fino alla scelta di un faraonico progetto, che di faraonico rimane solo sulla carta, perché impensabile realizzarlo in un comune come il nostro.

Non vorremmo che finisca come l’altro progetto di project financing del 2009 per la realizzazione di loculi comunali nel nostro cimitero, che dopo dodici anni l’impresa di Isernia, una spa, non ha realizzato neanche il 20% di quello che aveva promesso, il tutto a discapito dei colombari comunali che dovevano essere subito ristrutturati, ma che fino ad oggi versano in uno stato di abbandono e soprattutto pericolanti, con un danno economico non indifferente per il patrimonio comunale, con contratti scaduti, cronoprogrammi lavori non rispettati e nessuno che li abbia mai controllati.

Spero nel buon senso dei consiglieri di maggioranza e di opposizione, di non avvallare nel prossimo consiglio comunale di venerdì, il progetto voluto con insistenza dell’assessore ai lavori pubblici di Vico del Gargano e dai suoi stretti collaboratori.