EDITORIALE DELLA DOMENICA. E’ POSSIBILE UNA “SAN NICANDRO COVID FREE”?

0
587

Mai abbassare la guardia. Abbiamo tutti un nemico con cui combattere e lo possiamo fare senza armi ma con alcuni comportamenti che dovrebbero essere il filo condutture per poter vincere questa sfida.

Parlo naturalmente del Covid che non ha mai abbassato la guardia e che continua, in maniera subdola, a non dare nessuna tregua sempre pronto a contagiare alla minima nostra distrazione.

Le notizie che quotidianamente sia la Regione Puglia, che ci interessa più direttamente, che tutte le altre d’Italia forniscono dati sempre in crescita che hanno cominciato ad allarmare gli ospedali e il governo centrale che voglia anticipare alcune misure restrittive. In verità la regione Campania lo ha già con la una linea abbastanza dura soprattutto sul lato dell’istruzione.

Lo stesso Governatore Emiliano ha fatto intendere che provvedimenti potranno esserci per evitare contagi che cominciano ad essere tanti. La provincia di Foggia è in sofferenza per le tante zone rosse. Fortunatamente San Nicandro sembra essere solo toccata da questa seconda ondata con meno di cinque casi dichiarati dallo stesso sindaco Ciavarella.

Sembra che in questi giorni si vede molta più gente con la mascherina e forse si comincia a capire che il pericolo c’è ed è sempre vicino a noi e sta solo a noi poterlo evitare. L’azione fatta qualche settimana fa dalla Guardia di Finanza locale con le multe a chi aveva trasgredito all’obbligo della mascherina è stata apprezzata dai cittadini che hanno sempre chiesto maggiori controlli. Occorre procedere anche per quei esercizi commerciali che lasciano entrare chiunque senza nemmeno l’invito all’uso della mascherina.

Insomma dobbiamo tutti abituarci al rispetto dell’altro. La mia mascherina protegge te e allora perché non fai lo stesso tu indossando la mascherina? È una regola di vita comune che deve valere per sempre come dice il principio della solidarietà umana. La stessa cosa vale per il distanziamento. Si può evitare un assembramento, cosa, però che non è successo ieri in quanto non è stato un bell’esempio il comportamento tenuto da molte persone al punto che il sindaco ha dovuto annullare parte dell’evento per Nazario Nesta. Basta solo volerle le cose perché poi diventa una normale abitudine.

Tra due settimane ci saranno le consuete visite al cimitero. Sicuramente varranno le stesse linee guida di ogni giorno. Ma occorre essere più prudenti del solito in quanto al cimitero si incontreranno persone che non abitano soltanto a San Nicandro. Si crede che anche il sindaco potrà fare un comunicato alla popolazione indicando comportamenti da seguire o eventuali percorsi da fare.

Niente allarmismi comunque ma ognuno di noi deve fare un lavoro di prevenzione per tutti con l’obiettivo di far diventare la nostra cittadina “Covid free”, cioè senza contagi. Un traguardo che è a portata di mano e che sta a noi tutti tagliare il nastro perché sappiamo cosa fare soprattutto con l’esperienza e con il nostro vissuto locale che ha già pagato tanto.

A tutti ha fatto male la notizia della chiusura del plesso scolastico di Piazza IV Novembre. Ebbene impegniamoci tutti e, come scrivono tutti i bambini con l’aiuto delle mamme e delle maestre “Andrà tutto bene…”

Il Direttore