EDITORIALE DELLA DOMENICA. CHIUDE UN PEZZO DI STORIA: IL CINEMA ITALIA

0
1236

Un altro pezzo di storia di San Nicandro si aggiungerà ai tanti ricordi di cose che non ci sono più. Si tratta del Cine Teatro Italia che è stato messo in vendita dalla proprietà. Quella che sembrava essere l’estrema decisione ora è una realtà con cui tutti si devono confrontare. Quella struttura ha visto una infinità di culture diverse che si sono succeduti nel corso dei tantissimi anni del suo funzionamento. È stato sempre il punto di riferimento della nostra cittadina, soprattutto dalla chiusura del cinema Trapani e del cinema Mascolo. Era rimasto come ultimo baluardo di una cultura che non voleva e non doveva morire. Il palco di quel teatro ha ospitato recite goliardiche di feste di matricole immemorabili, recite di tutti i tipi di istituti e, quindi, molti di quei giovani ora hanno un nodo alla gola alla notizia che la struttura non aprirà più, chiusa per sempre.

Essendo una struttura privata, nulla da eccepire sulla decisione a cui si deve rispetto in quanto, nonostante si sia cercato qualche tempo fa di proiettare film di prima visione in contemporanea con quelli del capoluogo dauno, la cittadinanza non ha risposto in maniera forte. Poi sono mancate la stagioni teatrali organizzate dalle amministrazioni comunali che erano un fiore all’occhiella per San Nicandro in quanto veniva gente da tutti i paesi viciniori.

Sta di fatto che la storia del cinema a San Nicandro finisce qui perché sembra proprio impossibile l’acquisto della struttura per una sua nuova riapertura. Potrebbe forse interessare l’amministrazione comunale, ma anche questa ipotesi è da scartare in quanto, da fonti certe dell’Amministrazione Provinciale di Foggia, entro l’inizio del prossimo anno, inizieranno i lavori di un auditorium nell’attuale parcheggio dei plessi scolastici di Portone Perrone.

Occorre aspettare ancora e, finalmente, San Nicandro avrà un nuovo spazio culturale, con tutte le innovazioni predisposte per l’allestimento degli spettacoli, con possibilità di proiettare film e con specifiche poltrone per la migliore comodità dello spettatore.

Insomma un pezzo di storia che va via e, tra non molto, un altro pezzo di storia che sta per iniziare.

Il Direttore