ECCO LE DATE PER IL PAGAMENTO ANTICIPATO DELLE PENSIONI DI DICEMBRE

0
556

Il 2020 termina con l’anticipo dei pagamenti pensionistici: anche le pensioni dicembre 2020 vengono infatti pagate secondo il calendario anticipato, a cui ormai da diversi mesi siamo abituati. E’ partito tutto con l’emergenza Covid, che ha portato alla chiusura e alla riorganizzazione di molti uffici e sportelli della Pa, anche per consentire l’accesso degli utenti in piena sicurezza anti contagio. Inps compresa, che ha optato per una ri-calendarizzazione rispetto alle normali date di pagamento degli assegni pensionistici, spalmando tutto su più giornate.

Dopo i mesi precedenti e novembre 2020, stessa logica seguirà anche il mese di dicembre. In realtà era tutto già atteso, ma Inps ha ufficializzato l’anticipo del pagamento con un comunicato stampa, diffuso il 29 novembre.

“Anche per il mese di dicembre 2020, il pagamento presso gli sportelli postali dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili sarà anticipato rispetto alle normali scadenze e sarà distribuito su più giorni”. Questo l’annuncio dell’Istituto di previdenza.

L’anticipo del pagamento delle pensioni è stato stabilito allo scopo di consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli ufficio postali in piena sicurezza, nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus COVID-19.

Vediamo quindi in breve quali sono le date del calendario anticipato di pagamento pensioni, quali sono le pensioni incluse, le modalità di pagamento o consegna pensione a casa (per chi ne ha diritto).

Pensioni dicembre 2020: le date di pagamento 

Si parte mercolerdì 25 novembre, per i pensionati il cui cognome rientra tra le lettere dalla A alla B. Il pagamento avverrà secondo il seguente calendario, in base alla lettera
iniziale del cognome dei titolari delle prestazioni:

  • iniziali congome A-B – pagamento mercoledì 25 novembre 2020
  • iniziali congome C-D – pagamento giovedì 26 novembre 2020
  • iniziali cognome E-K – pagamento venerdì 27 novembre 2020
  • iniziali congome L-O – pagamento sabato 28 novembre 2020
  • iniziali cognome P-R – pagamento lunedì 30 novembre 2020
  • iniziali cognome S-Z – pagamento martedì 1° dicembre 2020

Pensioni dicembre 2020 incluse nell’anticipo 

Inps lo ha spiegato nella sua nota stampa, ma noi lo ribadiamo. Sono interessati dall’anticipo del pagamento diverse tipologie di pensioni. Le seguenti:

  • trattamenti pensionistici,
  • assegni
  • pensioni
  • indennità di accompagnamento

L’anticipo si riferisce al ritiro di persona in posta. è stato introdotto infatti per garantire l’accesso agli sportelli in piena sicurezza. Chi invece riceve il proprio assegno mendiante accredito su conto corrente, continuerà a vedere il versamento secondo le normalità modalità di pagamento (primo giorno bancabile di ogni mese).

Pensioni dicembre 2020: modalità pagamento

Come anticipato, esistono diversi modi di pagamento delle pensioni:

  • ritiro in posta,
  • accredito su conto corrente bancario
  • accredito su conto corrente postale
  • accredito su libretto di risparmio

Pensioni dicembre 2020: consegna a casa over 75

Alcuni pensionati possono ricevere la pensione direttamente a casa. A bussare alla porta per la consegna dei soldi saranno direttamente i carabinieri. Resta sempre valida la convezione con i carabinieri: i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro a casa propria, delegando al ritiro (e consegna) i carabinieri.

Pensioni dicembre 2020: aumento invalidità

Ricordiamo infine che anche a dicembre, chi ha diritto all’aumento della pensione di invalidità, si vedrà accreditare una somma aumentata di diritto. L’importo incrementato come da normativa: 651,51 euro + gli arretrati.

L’aumento spetta a decorrere dal 20 luglio 2020 a:

  • Invalidi civili totali;
  • Ciechi assoluti;
  • Sordi titolari di pensione L. 381/70.

Nei loro confronti l’incremento è riconosciuto d’ufficio a decorrere dalla rata di novembre 2020, senza necessità di alcuna domanda o adempimento particolare. Anche la pensione di dicembre seguirà le stesse regole.

Ne hanno diritto i titolari di pensione con età pari o superiore a 18 anni, in possesso dei seguenti requisiti reddituali:

  • Redditi propri non superiori a 8.469,63 euro in caso di beneficiario non coniugato;
  • Redditi propri non superiori a 8.469,63 euro per il beneficiario non coniugato ed a 14.447,42 euro complessivi considerando anche quelli del coniuge.

(Fonte Inps)