DA APRICENA ALLA CASA BIANCA: BEVILACQUA IN CONCERTO

0
286

Originario di Apricena, docente del conservatorio Umberto Giordano di Foggia, interprete e compositore di musiche per mandolino, Bevilacqua terrà un ciclo di cinque concerti negli Stati Uniti, uno dei quali avrà luogo in forma privata alla Casa Bianca per la famiglia Obama e i suoi ospiti insieme a diplomatici italiani negli Usa.

Con un repertorio che va dal consueto periodo barocco fino alla grande musica del Novecento, la sua tournèe inizierà da Belmont in North Carolina, il 23 gennaio dove Bevilacqua si esibirà nell’ambito della stagione concertistica del Belmont Abbey College. Sarà la volta del College di Charlotte e del College di Davidson per il secondo e terzo concerto, in programma il 3 febbraio.  E poi sarà ospite d’onore di un concerto del Consorzio liutai di North Carolina, a Lenoir.

Classe 1962, Matteo Bevilacqua intraprende lo studio del mandolino a 6 anni, dietro la scia del papà autodidatta e sotto la guida del maestro Vincenzo Scanzano. A 7 anni il suo primo concerto in cui esegue a memoria 35 brani di cultura popolare italiana. Famosi musicisti italiani lo notano e lo avviano allo studio del violino. La sua carriera continua con la laurea, con il massimo dei voti, al Conservatorio Umberto Giordano di Foggia. Da lì il suo percorso con il violino vincendo numerosi concorsi ed effettuando concerti in Italia ed Europa. Una strada seguita senza mai trascurare lo studio del mandolino: quando, infatti, viene istituita la cattedra per mandolino in Italia, lui si laurea al conservatorio di Padova e diventa uno dei primi in Italia ad acquisire questo titolo e il primo in Puglia. (ilrestodelgargano)