CIAVARELLA E BERARDI: “CHIARIMENTI SUL TRASPORTO PUBBLICO E SCOLASTICO”

0
425

Caro direttore in merito a quando pubblicato sul vostro sito d’informazione: ”Ancora incertezze circa il servizio scuolabus “ le inviamo questa risposta per un giusto chiarimento sull’argomento.

Il servizio scuolabus è quel servizio che per legge deve essere garantito a coloro che frequentano la scuola dell’obbligo mentre per tutte le altre scuole, di ogni ordine e grado, è un servizio a domanda individuale.

Personalmente in una riunione, con gli insegnati delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie, ho comunicato che il servizio di trasporto scolastico per gli alunni delle scuole dell’obbligo verrà effettuato regolarmente dal primo giorno dell’anno scolastico.

Verrà effettuato con due scuolabus a cui si aggiungerà un terzo dopo la sua opportuna revisione.

Infatti, per favorire una migliore organizzazione del servizio, è stato pubblicato sul vostro sito un avviso, con relativo modello di domanda, per chi ne vorrebbe usufruire.  Certamente si potranno verificare, inizialmente, dei disguidi che verranno certamente superati.

Diversamente è il trasporto pubblico per gli alunni delle scuole superiori di “Portone Perrone “.

E’ un servizio a domanda individuale che viene garantito attraverso il trasporto dalle Ferrovie del Gargano e il trasporto pubblico comunale. Quest’ultimo, attualmente, non può essere effettuato a causa dei frequenti guasti meccanici causati anche dalla usura dei mezzi , motore che ha percorso più di 750.000 KM. Di fatto una, “circolare”, è stata riparata ma l’altra è ancora in officina per una valutazione complessiva e ci vorrà ancora del tempo per poterla utilizzare.

Poiché il bando, ancora in fase di aggiudicazione, prevede l’utilizzo di due mezzi e non di uno, non permette una sua definizione contrattuale. Per questo, nell’immediato, è stato chiesto alle Ferrovie del Gargano di potenziare il suo servizio, per il trasporto degli alunni alle scuole superiori, richiesta accolta e che verrà perfezionata in relazione al numero degli abbonamenti che verranno effettuati.

Certamente garantire il servizio di trasporto pubblico è nelle nostre priorità, però bisogna considerare molti aspetti che vanno dalla usura dei mezzi, alla sicurezza e non per ultimo, in qualità di amministratori, a quello economico considerando che costa nelle casse comunale 100.000 euro all’anno.

Stiamo valutando diverse soluzioni, dal ripristino del servizio o modificare il piano dei trasporti con la possibilità di limitare il trasporto solo al circuito urbano per favorire i cittadini che hanno da sempre utilizzato il trasporto pubblico per recarsi in diversi uffici o luoghi pubblici della città.

Tanto per un giusto chiarimento.

Cordialmente 15 settembre 2018

Il Sindaco Costantino Ciavarella

Ass. Trasporto Pubblico

Antonio Berardi