A VICO DEL GARGANO PIERO CHIAMBRETTI E ANDREA PURGATORI PER IL PREMIO GARGANO DI GIORNALISMO

0
421

Attesi a Vico del Gargano per il Festival Gargano dei Giornalismi lo showman Piero Chiambretti e il giornalista Andrea Purgatori, che riceveranno il Premio Gargano di Giornalismo “Vincenzo Afferrante”. La consegna avverrà sabato 30 luglio alle ore 21.00 in piazza San Domenico a Vico del Gargano durante la serata che sarà condotta, come sempre, dal giornalista Michele Cucuzza.

«Diamo continuità a questo Premio di grande valore per la crescita culturale e sociale del territorio», afferma Michele Afferrante, direttore artistico del Festival Gargano dei Giornalismi e del Premio Gargano di Giornalismo intitolato alla memoria del padre Vincenzo Afferrante, scomparso nel 1983, corrispondente del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” e fondatore-direttore del mensile “Il Gargano nuovo”.

Insieme a lui, a credere fortemente nell’iniziativa i sindaci di Vico del Gargano Michele Sementino e di Peschici Franco Tavaglione, onorati di ospitare nei rispettivi borghi il Festival Gargano dei Giornalismi, che arricchisce la proposta culturale estiva, offrendo occasioni di spettacolo e riflessione.

Piero Chiambretti, attore, conduttore, regista, showman, sceneggiatore, produttore, ma soprattutto ideatore di programmi innovativi e di enorme successo che hanno fatto la storia della televisione, da quarant’anni gioca con il mondo dello spettacolo e ogni volta lo reinventa. Imprevedibile e dissacrante in ogni sua interpretazione del ruolo dell’intrattenitore, ha lasciato la sua inconfondibile firma anche in radio, cabaret e cinema.

Recentemente ha pubblicato il libro intitolato “Chiambretti: Autobiografia autorizzata dalla figlia Margherita” (Sperling & Kupfer), in cui trasporta il lettore in una vita unica che vale come centomila per quantità e qualità di invenzioni, eccessi creativi, insuccessi visionari, straordinari trionfi e continue fughe verso il futuro. Attraverso queste pagine ironiche, pirotecniche, geniali, a tratti malinconiche, a tratti esilaranti, si entra per la prima volta nell’universo chiambrettiano, cerebrale e sentimentale allo stesso tempo, e si scopre il fanciullo, l’artista, l’uomo.

Andrea Purgatori è giornalista e sceneggiatore, dal 2017 conduce il programma “Atlantide. Storie di uomini e di mondi”, in onda su La7. È stato inviato del “Corriere della Sera” dal 1976 al 2000; oltre ad occuparsi di delitti di mafia e di terrorismo nazionale e internazionale, per molti anni ha seguito le vicende in Iraq, Iran e Algeria. Collabora con “l’Unità”, “Le Monde Diplomatique”, “Vanity Fair” e “Huffington Post”. Ha collaborato alla scrittura di alcuni film, fra cui “Fortapàsc” di Marco Risi, e di serie tv come “Caravaggio”, “Lo scandalo della Banca Romana”, “ll commissario Nardone” e “Lampedusa”.  Presidente di Greenpeace Italia fino al 2020, nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Quattro piccole ostriche” (HarperCollins).

Durante le precedenti edizioni il Premio Gargano di Giornalismo è stato conferito a Paolo Bonolis, Gianrico Carofiglio, don Luigi Ciotti, Erri De Luca, Diego De Silva, Paolo Graldi, Marcello Masi, Federico Moccia, Giampiero Mughini, Filippo Nanni, Piergiorgio Odifreddi, Amedeo Ricucci, Sergio Rizzo, Rosario Sorrentino.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.