2^ EDIZIONE DI “CAMMINARE INSIEME”, UNA BELLISSIMA FESTA SPORTIVA

0
662

In archivio la 2^ edizione di “Camminare Insieme”, una corsa camminata con la partecipazione di persone con disabilità, organizzata dall’AS-D- Atletica San Nicandro Garganico in collaborazione con la Croce Rossa Comitato di San Nicandro Garganico, Avers, CSV Foggia, Centro Diurno socio educativo Madonna di Lourdes, Comunità San Cristoforo, Agape, Lions Club San Nicandro Garganico “Enzo Manduzio”, Telethon, CSV Centro Volontari della Sofferenza, Superamento Handicap. L’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale, si è svolta prima con un raduno in Piazza IV Novembre e poi con la passeggiata alla quale hanno aderito anche bambini, genitori e atleti. Una serata fantastica, all’insegna dello sport con numerosi ragazzi che tutti i giorni combattono per la loro normalità.

Infatti, per un disabile, la pratica regolare dell’attività sportiva riveste enormi vantaggi e cioè migliora le qualità fisiche, potenzia gli aspetti cognitivi e psichici e sviluppa competenze socio-relazionali. La pratica sportiva aiuta le persone con disabilità a sviluppare maggiore equilibrio, è utile nella deambulazione e potenzia il tono muscolare consentendo loro di maneggiare con più facilità gli ausili.

Ma Io sport produce effetti importanti anche a livello psicologico in quanto l’atleta è in grado di sperimentare le proprie capacità e le proprie doti acquisendo una maggiore conoscenza di sé. Attraverso questo tipo di esperienza, proprio come quella di “Camminare insieme” il soggetto con handicap impara a reagire alla fatica sfidando i propri limiti, cercando di non arrendersi alle prime difficoltà e di uscirne più forte di prima.

Ed infine, tale pratica sportiva è molto importante per le persone con disabilità, perché permette loro l’inserimento o il reinserimento in un contesto sociale e sperimentano una vasta gamma di sentimenti ed emozioni imparando ad adattare la relazione alle persone con cui interagisce.

Insomma una iniziativa sociale utilissima che sicuramente avrà il suo posto fisso nel cartellone dell’”Estate Sannicandrese” futura magari unita ad altre iniziative durante il corso dell’intero anno.

MPC