TORRE MILETO CHIUSA. INUTILI SPRECHI, SEMPRE PIU’ FORESTIERI E SPESE ESOSE

0
90

Egregio direttore,

leggo sul vostro giornale che mentre la “nostra Torre di Mileto” diventa giornalmente, sempre più un rudere ancora abbandonato a se stesso senza un progetto noto di sviluppo per tale area (alla faccia dei proclami autunnali e primaverili sbandierati da questa amministrazione comunale dedita più al cambio di assessori e vice sindaci che allo sviluppo del territorio e al benessere della sua gente) e versa, da molto tempo, in condizioni igienico-sanitarie e strutturali, sempre più pessime. Inoltre, non si vede all’orizzonte un suo concreto uso già programmato con la sua concessione ad organismi comunali (Vigili Urbani) e sovra territoriali (A.S.L. FG che ha aperto, nel frattempo, i suoi battenti estivi fittando dei locali da privati e facendoli pagare al nostro comune…perché Sindaco? ED IO PAGO!) e Ente Parco Nazionale del Gargano (che l’ha tenuta, unitamente a gruppi ed associazioni locali, per un lungo periodo lasciandola o riconsegnandola in uno stato di degrado indicibile, senza contare i danni arrecati alla struttura e agli arredi interni che noi denunceremo alla pubblica opinione a breve…vero Assessore? ED IO PAGO!) che non sia il fallimento totale di un progetto di riqualificazione e riapertura della stessa (cominceremo ad adire a vie istituzionali dovute per sapere chi ha fatto tutti i danni negli anni pregressi e cioè dal 2006 ad oggi, gestendo la stessa come peggio non si poteva, chi ne ha fatto “uso ed abuso” come fosse casa propria e poi l’ha abbandonata in modo indecoroso facendola diventare un ricettacolo di animali e chi, fino alla data dell’affidamento del demanio dello Stato al nostro comune, l’ha fatta essere oggetto di atti vandalici senza assicurare la custodia dovuta e che fine hanno fatto le suppellettili che in essa vi erano, tutte censite, pagate a caro prezzo e forse, preda di ogni atto vandalico… ED IO PAGO!!)

Ed ora, all’ improvviso, non si fa nessun progetto di sviluppo, come deliberato, ma si fa un affidamento repentino di lavori per il ripristino di parte della staccionata perimetrale della nostra Torre Aragonese di Mileto. Per fare questo “inutile, costoso e dannoso lavoricchio” l’attuale assessore addetto, “solo dopo almeno 7-8 mesi” di stallo decisionale decide, tutto d’un colpo, di far ripristinare parte della staccionata che delimita lo spazio dell’immobile storico al “modico prezzo di € 2684. I.V.A. inclusa”.

Complimenti Assessore e Sindaco!! Però, avrebbe detto Galilei, in merito a tale piccolo passo inutile, deleterio e fulgido esempio di pubblico spreco di denaro nostro: ”…Eppur si muove…” ed aggiungo io: ”ma a questi prezzi, con mano d’opera esterna che non porta un solo euro di utile a nessuno in paese, e neanche al decoro dell’immobile, è meglio che nessuno in amministrazione si muova anche perché che senso ha rifare uno spezzone o tutta una staccionata quando l’intero immobile è ancora, da anni, abbandonato a se stesso, preda di  inondazioni meteoriche al pian terreno, furti periodici, atti vandalici (nonostante siano stati spesi fior di soldoni per impianti di video sorveglianza che, sembra, non abbiano mai funzionato, altrimenti i ladri sarebbero stati presi… ED IO PAGO!, versa ancora in CONDIZIONI PIETOSE (al di là delle chiacchiere al vento e dei proclami fatti fino ad ora dai nostri amministratori, addirittura con delibera di C. C. del 30 – 10 – 2018, n° 53 e successive di G.C.) senza che ci sia, al momento, un solo progetto utile programmato di SVILUPPO E FRUIZIONE a breve, medio e lungo termine.

Non voglio tornare a ribadire che se quelle linee di sviluppo dettate in quella “sciagurata deliberazione”, fossero state messe in atto, avrebbero definitivamente affossato qualsiasi progetto di sviluppo dell’area rendendola anonima prima, dimenticata poi e oggetto di atti vandalici ricorrenti in seguito, come ebbi già modo di scrivere qualche mese addietro…ma neanche quello deliberato, come se le delibere fossero “carta straccia” è stato fatto! Leggo, invece che, con determina dirigenziale n° 94 del 10 luglio 2019, si finanziano, con la “modica somma di €  2684 I.V.A. inclusa”, i lavori di ripristino di parte della staccionata perimetrale dell’area della Torre di Mileto e viene dato l’affidamento dei lavori ad una ditta forestiera (l’ennesima Monaca di Caiazzo che viene invitata in loco togliendo quel poco di lavoro a manovalanza e piccole imprese locali, ecc. che avrebbero saputo fare, almeno meglio di chi verrà d fuori…e a prezzi più concorrenziali…o no Assessore e Sindaco?).

Mi reco, poi, oggi pomeriggio, 12 luglio 2019, in località Torre Mileto e una trentina di pali sono stati ripristinati e…MERAVIGLIA DELLE MERAVIGLIE…I LAVORI SONO GIA’ TERMINATI!! NEANCHE IL TEMPO DI AFFIGGERE LA DETERMINA ALL’ALBO PRETORIO CHE TUTTO IL DURO E METICOLOSO LAVORO E’ GIA’ FINITO!! POCHE ORE DI LAVORO COSTANO A NOI € 2684 I.V.A. inclusa!!

Non mi voglio pronunciare in merito alla legalità, all’urgenza, ecc. ma qualcosa  NON VA SINDACO! Ma a che serve tutto ciò se poi, c’è un monumento storico, simbolo di un’area, chiuso ed inagibile per cause e per incapacità amministrativa-gestionale conclamate? Sia chiaro che sono e sarò sempre d’accordo affinché qualcosa si muova in questo nostro paese che muore di incuria ed inefficacia amministrativa giorno, dopo giorno; non farò mai denunce penali, se non costretto, a meno che lo schifo diventi assai ed insopportabile… MA NOI SANNICANDRESI, PER FESSI, NON VORREMMO ESSERE PIU’ PRESI, CARO SINDACO!!

Naturalmente rispetto l’operato del tecnico comunale p. t. che ha redatto l’atto, su comando di qualche assessore, agendo ai sensi di una “folle delibera” di G.C. n° 53 del 23-04-2019 che, di fatto, vieta la manovalanza e a piccole aziende locali di poter lavorare in casa, perfino nello svolgere dei piccolissimi lavori da fare in economia quale è questo!! Ma mi sembra che il prezzo da pagare, per tale “inutile lavoricchio di semplice manutenzione” sia davvero un pochino esoso, vero Sindaco e Assessore addetto…o no??… ED IO PAGO!!

Naturalmente, prima di scrivere, ci siamo permessi di documentarci signor assessore e Sindaco…e mi sembra, con conti alla mano…che si stia un pò esagerando in piccole spese un poco avventate e “pazzerelle” e di “incaricucci” clientelari da parte di questi componenti di questa amministrazione comunale che non portano un solo momento di utile e di tornaconto nelle casse comunali ed in quelle dei cittadini da voi amministrati(??).

Naturalmente viene da porsi una domanda spontanea: “ma noi del C.D.U. ci siamo posti all’ opposizione di questa Amministrazione, dopo aver votato, con convinzione lei, sig. sindaco? No, sig. Sindaco, chi scrive, ancora la stima come uomo, amico e come professionista, come sindaco, purtroppo, a giudicare dall’operato svolto fino ad ora, sempre meno e vorrebbe scrivere di lei e della sua Giunta sempre cose buone…ma i fatti e quell’onestà intellettuale e politica, mi impongono di scrivere diversamente. A meno che lei la smetta di essere connivente con alcuni “mali homines” che si annidano nel suo consesso amministrativo o smetta di essere cieco ed assente, non abbia uno scatto d’orgoglio e cominci, dopo un anno e oltre, a fare veramente il Sindaco di una cittadinanza che da lei si aspettava un poco di più!! Sempre pronto con documenti alla mano per dimostrare che tali spese sono esosissime, per un “lavoricchio” che più che utile, sembra voglia far sbarcare qualche misero lunario a qualcuno alla perenne ricerca di progetti “fuori porta” e, con conti alla mano, disposto a dimostrarle che tale spesa è un “pochino” alta, non raggiungerà nessun obiettivo, oltre che assolutamente INUTILE!!

Le ricordo, inoltre, caro sig. Sindaco, che NOI DEL C.D.U. L’ABBIAMO VOTATA METTENDOCI LA FACCIA E CHE A NOI NON CI SERVE NIENTE…NIENTE!!

                                                                                                                                     On. Nino Marinacci