SAN NICANDRO, RISCHIO IDROLEOLOGICO E PERICOLOSITA’ SISMICA. LA MAPPA DEI DATI

FERGARGANO, PER ALLERTA METEO POSSIBILI LIMITAZIONE O SOSPENSIONE DEI SERVIZI
3 Gennaio 2019
ALLERTA METEO
3 Gennaio 2019
Mostra tutti

L’Italia è un territorio a forte rischio idrogeologico come si evince dalle notizie che, quasi quotidianamente, si ascoltano dalla Tv e si leggono sui giornali. L’ultimo evento sismico si è verificato alle vicinanze di Roma e in Sicilia. E’ importante che ognuno sappia la pericolosità del posto in cui vive ed avere informazioni utili per una maggiore consapevolezza del proprio territorio.

San Nicandro come si colloca circa il rischio idrologico e la pericolosità sismica? Civico93 ha consultato lo speciale “Dissesto doloso” redatto da Sky TG24 perchè conoscere meglio i rischi può aiutare a prevenirli soprattutto quando si tratta di fenomeni naturali come le frane, le inondazioni, i terremoti che sul nostro territorio hanno prodotto troppo spesso effetti devastanti.

Ecco i dati su San Nicandro Garganico:

Esposizione rischio inondazioni: BASSA

Nel comune di San Nicandro Garganico lo 0,99% della popolazione (157 persone) è residente in aree di pericolosità P2 o P3. L’esposizione al rischio inondazioni viene definita in base alla percentuale di cittadini residenti nelle aree di pericolosità idraulica P2 e P3 dei Piani di Assetto Idrogeologico (PAI).

Esposizione rischio frane: BASSA

Nel comune di San Nicandro Garganico lo 0,01% della popolazione (1 persona) è residente in aree di pericolosità P3 o P4. L’esposizione al rischio frane viene definita in base alla percentuale di cittadini residenti nelle aree di pericolosità da frana P3 e P4 dei Piani di Assetto Idrogeologico (PAI).

Pericolosità terremoti: ALTA

Nel comune di San Nicandro Garganico possono verificarsi forti terremoti. Il suo territorio comprende zone di pericolosità 2. Ogni comune italiano è stato assegnato a una delle quattro zone di pericolosità sismica in cui è suddiviso il territorio nazionale: Zona 1 (pericolosità molto alta), Zona 2 (pericolosità alta), Zona 3 (pericolosità media), Zona 4 (pericolosità moderata). In alcune regioni sono previste anche delle sotto zone, ovvero delle classificazioni intermedie della pericolosità sismica. La pericolosità sismica è stimata in base all’analisi della probabilità che il territorio venga interessato in un certo intervallo di tempo (generalmente 50 anni) da un evento che superi una determinata soglia di intensità o magnitudo. Non va confusa con il rischio, cioè con l’impatto che un evento può avere su un territorio in base alla popolazione esposta, alle caratteristiche degli edifici, ecc.

Zone allerta eruzioni: NESSUNA

Il comune di San Nicandro Garganico non comprende aree vulcaniche attive note.

Comments are closed.