OPERAZIONE DI CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO EDILIZIO NEL PARCO NAZIONALE DELGARGANO

CHIESA DI SAN GIOVANNI, IMPORTANTE EVENTO CULTURALE
11 Dicembre 2018
AMBIENTE E/E’ VITA IN DIFESA DEL DECORO URBANO DI SAN NICANDRO
11 Dicembre 2018
Mostra tutti

In esecuzione del protocollo di intesta tra la Procura della Repubblica di Foggia e l’Ente Parco Nazionale del Gargano, prosegue il programma di abbattimenti degli immobili abusivi ricadenti all’interno della perimetrazione del Parco Nazionale del Gargano, area vincolata di particolare importanza sotto il profilo naturalistico ed ambientale. In particolare, in data odierna, in ottemperanza all’ordine di demolizione e di rimessione in pristino dello stato dei luoghi oggetto della sentenza definitiva n. 4732/12 emessa a carico di R. N., sono iniziate le operazioni di demolizione di una darsena/posto di approdo per imbarcazioni, realizzata attraverso opera di riempimento con materiale costituito da terre e rocce da scavo debitamente sversate all’interno dello specchio acqueo della Laguna di Varano. Il manufatto abusivo risulta gravato da vincoli di natura paesaggistica ed ambientale (Parco Nazionale del Gargano zona ll e Zona di Protezione Speciale e sito di Importanza Comunitaria). L’opera, che è stata oggetto di un’ordinanza di demolizione emessa dal Comune di Cagnano Varano il 18.3.2014, di un primo decreto di ingiunzione a demolire emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia in data 5.10.2017 e di un ulteriore decreto emesso sempre dalla Procura della Repubblica di Foggia in data 3.10.2018, è stata realizzata in assenza dei propedeutici titoli autorizzatori (violazione non suscettibile di sanatoria stante la presenza dei vincoli sopra indicati).

Le operazioni proseguiranno anche nei prossimi giorni e si estenderanno a un’altra darsena ricadente sempre nello specchio acqueo della laguna di Varano, nel limite territoriale del Comune di Cagnano Varano, oggetto dell’ordine di demolizione emesso con la sentenza di condanna definitiva n. 1962114 a carico di R. S.. Anche per questa opera non risulta che lo specchio acqueo sia stato dato in concessione ad alcun soggetto né che siano state presentate istanze di sanatoria e/o condono. Il R. non ha dato esecuzione né all’ordinanza di demolizione del Comune di Cagnano Varano né dei successivi decreti emessi dalla Procura della Repubblica di Foggia.  Le operazioni di abbattimento in corso costituiscono I’esito di una proficua collaborazione istituzionale e certificano la rapidità degli interventi di demolizione posti in essere da questa Procura della Repubblica, ogniqualvolta vengano messe a disposizione le indispensabili risorse economiche.

Comments are closed.