LA LEGGENDA DI GARGARA, LA “NINFA” DELLA FORESTA UMBRA

PROROGA DEI TERMINI DI SCADENZA PER CONTRIBUTO CANONE DI LOCAZIONE 2015
1 settembre 2017
ATTENZIONE AD INVESTIRE UN CANE, RISARCIMENTI AL PADRONE
2 settembre 2017
Mostra tutti

UMBRA FOREST FOLK …in acustico…..la musica a tutela dell’ambiente. Domenica 3 settembre festa della Foresta Umbra. Le faggete della Foresta Umbra dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. “Nella Foresta sento, vedo, annuso: nella foresta scopro”! Un happening tra studiosi – cultori – musicisti per celebrare il riconoscimento “Le faggete della Foresta Umbra Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco“ Trattoria “Foresta Umbra” zona Baracconi. Gargano Porta di Pace Umbra Forest folk 2017 – X° edizione 3 settembre 2017 diretti dal M° Michele Màngano con un copyright, sarà totalmente gratuita non ha un contributo da nessun Ente e nè patrocinio è sponsorizzato dall’associazione la Bella Cumpagnie. La musica a tutela dell’ambiente come linguaggio universale, la foresta come spazio di libertà: è questo il pensiero attorno al quale ruota il festival, divenuto uno degli eventi più attesi per chi ama trascorrere l’estate in montagna e in foresta.
Strumenti che emettono meravigliose note tra una delle foreste più impressionante al mondo, quella della Foresta Umbra- Gargano, eletta dall’Unesco Patrimonio Naturale dell’Umanità. Natura – Ambiente e musica in acustico si incontrano in un abbraccio ideale, dando a chiunque la possibilità di godersi le performance dei più affermati esponenti della musica jazz, classica, world music e della canzone d’autore. Zaino e strumenti in spalla e si parte: verso la Foresta Umbra, in uno scenario ambientale di grande, irresistibile fascino… dove l’acustica non è ostacolata da barriere, dove la musica è sinonimo di libertà. L’obiettivo sarà la divulgazione al rispetto ambientale attraverso la musica espressione universale – la danza espressione del corpo – la poesia e la fotografia espressione dell’anima. Alle ore 11,30 la giornata sarà dedicata alle escursioni, workshop di teatro, di mimica, intrattenimenti per i più piccoli, stage di biodanza, poesia dei nostri poeti, incontri e workshop con musicisti, registi e studiosi- cultori – botanici – agronomi – naturalisti e ambientalisti creando così un sempre più forte legame col territorio. Inoltre saranno direttamente coinvolte con le proprie performance alcune realtà della produzione artistica locale. Ci sarà uno spazio di stage di musica e danza coi diversamente abili denominati “La Danza nel Bosco”. Saranno protagonisti di questa giornata artisti provenienti da varie parti del mondo, testimoni viventi di incroci tra la loro cultura d’origine e la nostra cultura Garganica e Pugliese, e portavoci quindi di straordinarie contaminazioni, accomunati dal fatto di essere partiti dalle proprie origini e poi aver detto qualcosa di nuovo con la loro musica. Alle 15,30 inizierà l’incontro con la partecipazione straordinaria del Dott. Nello Biscotti (Botanico) Dott. Alfredo De Luca (Agronomo) e la Dott.ssa Chiara De Luca (Agronomo) e poi a seguire la parte dedicata alla musica, alla danza e al folclore dei popoli, al dialogo tra le culture. Si esibiranno “Il Coro del Crocifisso di Varano diretti dal M° Peppino Blex “ – Quartetto D’Archi “ Friends and Music diretti dal M° Lorenzo Ciuffreda “ –“ Dario Perroni Neroovino” – “Sciamaballà e La Bella Cumpagnie Folk”- la Compagnia di musica popolare Zampognari di San Marco in Lamis.Il tema sarà quindi l’arricchimento culturale attraverso l’integrazione, lanciando a tutti il messaggio che la nostra terra è viva e ancora ricca di valori e tradizioni da trasmettere. L’incontro sarà quindi stimolo a superare paure e pregiudizi che normalmente derivano da ciò che non si conosce, perché appartenente alla tradizione musicale e, più in generale, alla cultura di mondi diversi e apparentemente lontani dal nostro. Sarà quindi la festa della Foresta Umbra, luogo e teatro di una cultura che non ama alzare barriere, ma che, anzi, è capace di mettere in comunicazione in maniera naturale i diversi generi artistici, della musica popolare e di improvvisazione contemporanea. Fare quindi della Foresta Umbra la protagonista indiscussa di queste giornate all’insegna dell’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *