LA FARO INTERVIENE IN AULA PER L’ABBANDONO DELLE RETI DI PLASTICA SULLE COSTE GARGANICHE

CARABINIERI, ARRESTATI PER ESTORSIONE UN ANNO FA, ORA CONDANNATI
14 Marzo 2019
ARRIVA A FOGGIA LA “FESTA DELLA PINSA”
15 Marzo 2019
Mostra tutti

La Deputata del M5s Marialuisa Faro, è intervenuta in aula, portando all’attenzione della Camera, un tema che desta molte preoccupazioni, ovvero, l’inquinamento del mare e delle coste Garganiche causato dall’abbandono e dalla dispersione delle retine di plastica usate per la coltivazione dei mitili.

“Grazie Signor Presidente, intendo portare all’attenzione del Parlamento un problema che da anni affligge le coste del Gargano e non solo e che rappresenta un grave pericolo per la salute del nostro mare e per lo sviluppo dell’economia turistica della Puglia.

Infatti, alla vigilia di ogni stagione estiva i cittadini e turisti, che scelgono le spiagge del Gargano per trascorrere le vacanze, sono costretti a fare i conti con le cosiddette “CALZE”, ovvero i retini utilizzati per la mitilicoltura. Migliaia di retini ed altri rifiuti speciali, restano arenati sulle spiagge del Gargano fino ad arrivare alla zona di Torre Mileto, dove da poco la Regione Puglia ha deliberato alcuni SITI di INTERESSE COMUNITARO per la tutela degli habitat marini.

Ed è proprio con riferimento agli habitat marini che questo problema desta preoccupazioni, perché l’abbandono spregiudicato di questi retini in mare ha determinato un grave danno alla fauna e alla flora marina che si riflette anche sul turismo della zona, nonché sulle casse degli enti locali e dei cittadini, che a loro spese devono provvedere alla rimozione. Questa è diventata una vera e propria emergenza che va rappresentata e posta all’attenzione del Governo nazionale e del Parlamento europeo.   Maggiori controlli vanno garantiti per la tutela dei nostri mari, per la tutela della salute cittadini.

Per questo motivo proporrò nel prossimo provvedimento appena comunicato, ovvero il DECRETO SALVAMARE, delle possibili soluzioni, che si aggiungeranno alle attuali normative Europee e Nazionali , affinchè diminuisca la dispersione incontrollata delle cosiddette retine, causata principalmente da coloro  che non rispettano le pratiche per limitarne la perdita e l’abbandono . Intanto chiedo maggiori controlli sulle coste affinchè chi si macchia di questo reato venga punito come previsto dalla legge.
Concludendo, signor Presidente, l’AMBIENTE VIENE PRIMA DI TUTTO, perché da esso discende lo sviluppo economico sostenibile in grado di preservare anche la vivibilità per chi in quei territori ha scelto di vivere tutto l’anno.”

Conclude così l ’intervento la Deputata del M5S Marialuisa Faro, auspicando a maggiori controlli, anticipando inoltre, il suo impegno affinché si possano trovare soluzioni al fine di salvaguardare le nostre spiagge e il nostro mare.

 

 

Comments are closed.