FESTA DI SAN VALENTINO A VICO DEL GARGANO

UNIONE CATTOLICA DI SAN NICANDRO, SOLIDARIZZA CON IL SINDACO CIAVARELLA
7 Febbraio 2019
UNA DOMENICA TRA NATURA E FOTOGRAFIA CON GARGANONATUR
8 Febbraio 2019
Mostra tutti

Vico del Gargano, una storia affidata alla lentezza del tempo, alla memoria dei gesti, alla buona volontà delle persone. Una storia di paese, uno tra i “Borghi più belli d’Italia”, “il Paese dell’amore”, che in questo racconto ha un suo colore, un suo profumo e che prende piano piano forma, fino a diventare bellezza assoluta.

Vico del Gargano è il “Paese dell’amore”, protetto da quattrocento anni dal Patrono San Valentino, prete e martire; il 14 febbraio la sua statua, con l’indice alzato verso il cielo, viene portata in processione per le strade di uno dei Borghi più belli d’Italia.

Una storia antica, che a tratti si fa leggenda. La leggenda di San Valentino narra che il Santo protettore fu scelto proprio perché la sua festa cadeva a ridosso di uno dei periodi più freddi dell’anno, quando c’era da proteggere un immenso tesoro di pepite battuto dal freddo e dal gelo: gli aranci, che da sempre illuminano i giardini di questa terra, i preziosi agrumi del Gargano. Un tesoro che attraversava gli oceani su grossi velieri, sfidando venti impetuosi e tempeste, riposto delicatamente in casse di legno e decorato da splendide veline.

Così da anni immemorabili, a ridosso del 14 febbraio prende forma sull’altare maggiore della Chiesa Matrice di Vico del Gargano un maestoso baldacchino di arance del Gargano, che fa da cornice al Patrono San Valentino, chiamato a proteggerle dalle intemperie del tempo.

Un maestoso baldacchino di arance, unico al mondo, che promana incanto e luce su ogni sguardo che su di esso si posa e corre, dal Parco Nazionale del Gargano, sugli scatti dei cellulari, arrivando in ogni angolo del pianeta in cui ogni figlio di questa terra benedetta è sparso. 

Comments are closed.