EDITORIALE DELLA DOMENICA, PER LA RACCOLTA RIFIUTI UNA SVOLTA TOTALE

IN MOTO AL VILLAGGIO DI BABBO NATALE
23 Dicembre 2018
IL PRESEPE DI PANE DEL GARGANO
24 Dicembre 2018
Mostra tutti

Qual’è la percentuale della raccolta differenziata a San Nicandro? Non ci sono, ad oggi, dati ufficiali che indicano tale percentuale. Infatti, sul portale della Regione Puglia l’aggiornamento dei dati è ferma allo scorso mese di luglio con la percentuale del 36,24 per cento.

Intanto il programma della distribuzione delle pattumelle sta procedendo con celerità con l’assenza ormai delle file interminabili delle prime settimane. L’ecocentro è in fase di sistemazione e si nota chiaramente che il sito è migliore e più funzionale di prima. I nuovi mezzi pare che assolvono bene ai loro compiti e, dal prossimo anno, con l’utilizzo delle nuove pattumelle, con le nuove modalità sul servizio di raccolta e con la distribuzione dei sacchetti di plastica solo per l’organico, i sannicandresi dovrebbero avere un servizio notevolmente più efficiente di quello ricevuto finora.

Però nessuno è a conoscenza se la percentuale della differenziata sia rimasta stabile o sia variata. La percezione è che dovrebbe essere migliorata ma fino a quando i dati non saranno validati nessuno lo può dire. Se si parla di cambiamento e di una nuova visione della raccolta, sarebbe opportuno che anche la comunicazione sia al passo con il cambiamento altrimenti, sempre a livello di comunicazione, nulla cambierebbe con la passata gestione. I sannicandresi dovrebbero essere a conoscenza mensilmente di tutti i dati che vengono inviati alla Regione anche con un comunicato stampa ufficiale da parte dell’amministrazione comunale. Tutto questo servirebbe a monitorare meglio il comportamento dei cittadini nella selezione dei rifiuti. Ed infine, quella importante iniziativa della individuazione di coloro che sono ancora sconosciuti in quanto non assolvono al pagamento della tassa sui rifiuti. Era stato deliberato l’acquisto di due foto trappole per la individuazione di coloro che buttano immondizia per strada o in alcuni punti della periferia cittadina. Sarebbe un buon sistema per scoraggiare coloro che offendono il decoro cittadino.

Insomma se ci deve essere una svolta per l’efficienza del servizio, occorre che la svolta sia totale in modo che cambi anche il rapporto cittadini/amministrazione nel senso che insieme si possono raggiungere risultati eccellenti nella raccolta fino a percentuali ragguardevoli da entrare nell’elenco dei comuni con elevata raccolta differenziata e conseguente riduzione per tutti della tassa sui rifiuti. Se si capisce che ci deve essere tale sinergia i vantaggi saranno veramente tangibili per tutti.

Il Direttore

Comments are closed.