EDITORIALE DELLA DOMENICA. DOV’E’ LA PASSIONE POLITICA DI UNA VOLTA?

27 GENNAIO, GIORNATA DELLA MEMORIA
27 Gennaio 2019
SPARA A CINGHIALE E UCCIDE CACCIATORE
27 Gennaio 2019
Mostra tutti

SONY DSC

Si dice che la politica sia la cosa più bella del mondo perché comprende i bisogni dei cittadini, le loro istanze e cerca di dar loro le condizioni per una convivenza civile più aggregata e per potenziare l’economia locale e, quindi, migliorare la qualità della loro vita. Questa era la politica, o meglio, la passione politica di una volta senza distinzioni di simboli o di appartenenza.

Oggi questa passione politica ha ceduto il posto al personalismo, alla prevaricazione, al dominio della propria affermazione relegando, molto spesso, i veri problemi di una cittadina in un angolo.

San Nicandro non fa molto eccezione a questa nuova regola di fare politica. Infatti, all’interno della coalizione di maggioranza, si continua con litigiosità sulle scelte da fare, sulla individuazione di nomine al punto che potrebbe verificarsi da parte del primo cittadino anche qualche azione forte per cercare di mettere fine a tali comportamenti.

Il caso dei due consiglieri candidati alle elezioni provinciali è la chiara manifestazione di una unità che forse manca. I tanti disaccordi comportano ritardi anche per scadenze prossime di bandi e presentazione di progetti alla Regione Puglia. Si continua, insomma, a non avviare una progettazione che riguardi il futuro di San Nicandro in questi cinque anni di consiliatura ed un progetto globale che possa decidere il destino di una cittadina come la nostra.

Molte delle ragioni che provocano conflittualità possono essere anche giuste ma devono essere affrontate in modo diverso, con l’equilibrio che non deve mai mancare per fare le scelte giuste le quali non devono essere finalizzate solo per punire ma per individuare le competenze migliori. Eventuali rancori devono essere lasciati nel dimenticatoio della ragione altrimenti si continua nell’irrigidimento delle proprie decisioni. Tale comportamento non mette in primo piano il cittadino ma evidenzia una volontà di far valere e prevalere le proprie ragioni che, purtroppo, potrebbero anche essere contaminate da motivi che esulano dalla questione prettamente politica.

San Nicandro cerca un futuro migliore e questo lo può dare solo la politica e la passione di fare politica. Ma occorre ritrovare la strada giusta per un cammino comune che arrivi al traguardo. Questo è possibile solo se la macchina è in buono stato, altrimenti c’è il rischio che possa fermarsi per strada con la prima soluzione che è quella di un intervento del carro attrezzi, oppure con la seconda cioè quella  della macchina  che deve essere irrimediabilmente rottamata.

Il Direttore

Comments are closed.