DIVIETO DI VENDITA PER ASPORTO DI BEVANDE CONTENUTE IN RECIPIENTI DI VETRO O ALLUMINIO

LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER I FESTEGGIAMENTI DEI SANTI PATRONI
15 Giugno 2019
ESTATE 2019, I NUOVI ORARI FERROVIARI
15 Giugno 2019
Mostra tutti

Si sa che nel periodo estivo, soprattutto nelle ore serali e notturne, si verifica un incremento di consumo di bevande alcoliche e non, contenute in recipienti di vetro e di alluminio con conseguente abbandono degli stessi negli spazi pubblici, al di fuori degli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti, determinando un serio pericolo per l’incolumità pubblica nonché pregiudizio per il decoro urbano. E’ evidente che tale fenomeno è connesso alla vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e alluminio da parte degli pubblici esercizi e di altre attività autorizzate alla vendita.

Come ogni anno, si ritiene necessario ed urgente intervenire, a tutela del preminente interesse pubblico costituito dall’incolumità e dalla sicurezza pubblica, vietando la vendita per asporto, sia in forma fissa che itinerante, di bevande contenute in bottiglie di vetro e lattine di alluminio, anche dispensate da distributori automatici, nonché il consumo e la detenzione in luogo pubblico di bevande racchiuse in contenitori di vetro e lattine di alluminio.

Pertanto il sindaco ha emanato un’ordinanza in cui si precisa che, fermo restando il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni sedici nei pubblici esercizi su tutto il territorio comunale il divieto assoluto, da oggi e fino al 31 agosto 2019, di vendita per asporto da parte dei pubblici esercizi nonché delle altre attività autorizzate alla vendita, ivi compresa quella mediante distributori automatici, e di somministrazione su area pubblica di bevande in bottiglie e/o in bicchieri di vetro e/o in contenitori di alluminio di qualunque genere, dalle ore 21,00 fino all’orario di chiusura.

La Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine sono incaricate dell’attuazione della presente ordinanza, intimando anche l’immediata cessazione dell’illecito da parte degli autori. Le trasgressioni, salvo casi che non costituiscano reato più grave, saranno punite con la sanzione amministrativa d’importo variabile da 25,00 euro ad 500,00 euro.

Comments are closed.