ABUSIVISMO: AREA SOSTA NEL PARCO DEL GARGANO

VENERDI’ SANTO, IL SILENZIO DI UNA PROCESSIONE SENZA TEMPO
30 Marzo 2018
SAN NICANDRO, IL MINISTERO HA FISSATO LA DATA DEL VOTO PER LE ELEZIONI COMUNALI
30 Marzo 2018
Mostra tutti

Un parcheggio per automobili illegale, realizzato a Mattinata su un’area protetta del Parco Nazionale del Gargano, è stato sequestrato dai carabinieri territoriali e forestali. Due persone sono state denunciate: la proprietaria del terreno e il marito, legale rappresentante della società che gestisce il parcheggio abusivo. I due, hanno evidenziato i militari, sarebbero legati da stretti rapporti di parentela con un pregiudicato del posto. Per realizzare il parcheggio la coppia, secondo le indagini, avrebbe estirpato piante di ulivo ed effettuato lavori di sbancamento di terreno agricolo, con la realizzazione di tettoie prive di autorizzazione paesaggistica, di permesso a costruire nonchè di nullaosta dell’Ente Parco. La Procura di Foggia ha disposto il sequestro sull’intera area, che si trova in località Valle Carbonara – Sant’Anastasio nelle campagne di Mattinata, anche per il pericolo che la libera disponibilità possa consentire di completare le opere e aggravare le conseguenze del reato sotto il profilo urbanistico. Al momento del controllo i carabinieri hanno trovato parcheggiati nell’area due autocarri, venticinque roulotte e tre compattatori di una ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti proprio per conto del Comune di Mattinata.(AGI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *